Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Se continui ad utilizzare questo sito web, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
 Ulteriori informazioni

Come si svolge la visita dallo psicologo infantile?

Si fissa un primo appuntamento in cui se possibile si cerca di coinvolgere l'intera famiglia.

Durante il primo incontro, insieme ai genitori, vengono raccolti i principali dati anamnestici relativi la storia e lo sviluppo del bambino/ragazzo e viene esposta la modalità di esecuzione della valutazione. Nello stesso incontro avviene la conoscenza e l'osservazione del bambino/ragazzo.

Successivamente si lavora soltanto con il bambino/ragazzo per procedere ad una valutazione cognitiva, comportamentale ed emotiva, che può durare da 2 a 4 incontri, a seconda dell'età e complessità o gravità della situazione presentata. Durante questa fase vengono somministrati test che indagano aspetti cognitivi e di personalità (in base all'età e al problema: WISC, test di Blacky, Rorschach, test del disegno, test della figura umana, etc). Si raccolgono dunque informazioni atte a comprendere in modo approfondito la natura dei sintomi riportati.

Dopo questa prima fase diagnostica vi è un incontro di restituzione in cui i genitori vengono informati rispetto ad eventuali problematiche emerse dalla valutazione e, sulla base della volontà di proseguire il lavoro, si programma un trattamento terapeutico mirato a risolvere il disagio manifestato dal bambino/ragazzo e a modificare/migliorare le competenze genitoriali. In base alla problematica manifestata il trattamento potrà coinvolgere anche altri specialisti presenti in struttura (logopedista, psicomotricista, neuropsichiatra).

Guarda anche il nostro Servizio di Psicologia dell'età evolutiva

MADE BY KAPPERO.it WITH